Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > 3 DICEMBRE GIORNATA DELLA DISABILITÀ - MOBILITÀ: ACCESSIBILITÀ E INCLUSIONE (...)

3 DICEMBRE GIORNATA DELLA DISABILITÀ - MOBILITÀ: ACCESSIBILITÀ E INCLUSIONE - DIRITTI IMPRESCINDIBILI - "LO SPORT AUTOMOBILISTICO ABBATTE I PREGIUDIZI"

03.12.2020

Il 3 dicembre si celebra la ’Giornata Internazionale delle persone con disabilità’. Istituita nel 1981 - Anno Internazionale delle Persone Disabili - vuole promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità e sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita.

 "L’accessibilità e l’inclusione nella mobilità sicura è un diritto che dobbiamo promuovere e garantire" - ha affermato Paolo Pinto, Direttore dell’Automobile Club di Novara - "Negli ultimi anni a livello federale abbiamo realizzato varie iniziative importanti. Quella che in questo momento ci offre maggiore soddisfazione è l’integrazione attraverso lo sport, quello praticato, ma anche quello sognato: non importa se il sogno si realizzerà oppure no, quello che conta è incoraggiare le persone con maggiori difficoltà motorie ad integrarsi completamente con la società in cui vivono.

Chi oggi è costretto da ridotte o impedite capacità motorie non deve sentirsi menomato: ACI Sport sta dicendo loro che possono essere vincenti come e più dei normodotati".

Con Rally Italia Talent edizione 2020 sono state abbattute le barriere: il sogno di diventare Pilota dei diversamente abili è diventato realtà; il Talent ha aperto ufficialmente ai diversamente abili e il loro sogno di diventare piloti ha potuto diventare realtà. Un test è stato fatto con esito positivo nell’edizione 2020 del Gran Fratello dei motori targato Aci e Suzuki: risultato, oltre 100 iscritti, in cui è stata messa a disposizione dei diversamente abili una Swift del marchio giapponese con comandi speciali.

Nella 8^ edizione 2021 partirà ufficialmente il Progetto Rally Talent Ability riservato ai diversamente abili. Grazie a questo progetto rivoluzionario, inserito all’interno del Format Aci Rally Italia Talent, non ci saranno più barriere all’ingresso nel settore rally per i diversamente abili che potranno partecipare, gratuitamente, alle selezioni, alla semifinale ed alla finale come tutti gli altri iscritti e con le stesse prove, così da garantire l’integrazione agonistica con i "normodotati".

La preparazione della Suzuki Swift con comandi speciali per l’edizione 2020 è stata effettuata anche grazie alla collaborazione di un’impresa astigiana, la Handytech di Moncalvo d’Asti, e del Gruppo Hap di Massimiliano Gambel; in palio la partecipazione, sempre gratuita, ad un vero Rally come gara premio. Si terranno poi dei corsi speciali in occasione delle Selezioni regionali sempre per gli amici diversamente abili tenuti dagli esaminatori di Aci Rally Italia Talent, tutti grandi Campioni di Rally, e tante altre novità a loro dedicate.

 "Come sempre, i successi più ambiziosi sono il frutto di un lavoro di squadra", commenta il direttore Pinto. "ACI Sport ha sviluppato un format "reality" che ha come protagonista il talento sportivo automobilistico.

Il punto di svolta è stato raggiunto quando si è voluto dimostrare che il talento può emergere anche tra coloro che per le più diverse ragioni hanno delle difficoltà o delle vere e proprie invalidità di tipo motorio.

 Rally Italia Talent è un Format sportivo, unico nel panorama nazionale ed internazionale, dove conta solo ed esclusivamente l’attitudine alla guida sportiva, naturalmente con particolare attenzione all’Educazione per la Sicurezza Stradale per la guida di tutti i giorni, pensato per offrire a tutti, anche a chi non ha mai corso, l’opportunità di realizzare un sogno: partecipare almeno una volta da pilota o da navigatore ufficiale a un rally.

Patrocinato dall’Automobile Club d’Italia (ACI) e da FIA Action for Road Safety (FIA), in collaborazione con Suzuki Italia, Generali Italia e Toyo Tires ha fatto registrare nella settima edizione 2020 il numero record di 10.569, nonostante l’emergenza Covid 19.

"Ogni giorno e non solo in una giornata così importante - ha concluso il Dott. Pinto - l’Automobile Club di NOVARA ricorda come ognuno di noi può fare la differenza facendo in modo che, anche nella mobilità, nessuno venga mai lasciato fuori né indietro".