Home > Notizie ed eventi > Il Museo Achille Varzi di Galliate (NO) entra a far Parte del club ACI (...)

Il Museo Achille Varzi di Galliate (NO) entra a far Parte del club ACI Storico

18.09.2019

La lista dei Musei affiliati ad ACI Storico conta oggi un nuovo membro con il l’ingresso del Moto Club Achille Varzi A.s.d. e dello spazio museale da questi allestito in memoria delle imprese di Achille Varzi, pilota galliatese di auto e moto dagli anni ’20 alla fine degli anni ’40. La sala, con la mostra permanente “Achille Varzi il signore del volante”, è ospitata all’interno dell’ala sud del suggestivo Castello Sforzesco di Galliate, nella centralissima Piazza Vittorio Veneto, Galliate, in provincia di Novara.

Domenica 15 settembre è stata tenuta la cerimonia ufficiale di posa della targa di affiliazione al club ACI Storico all’interno degli spazi museali, in un evento pubblico con la presenza di autorità e giornalisti. Tra gli intervenuti, il Consigliere Comunale Ing. Gianni Rigorini, in rappresentanza del Comune di Galliate, il Presidente dell’AC Novara Avv. Vittorio Cocito, e il Presidente del Museo, Guido Moretti con Ambrogio Pollastro che ne cura la promozione.

Il Museo Achille Varzi mantiene viva la memoria dello storico campione esponendo le immagini del pilota, scene provenienti dalla sua vita familiare, gli amici, i colleghi piloti e figure importanti delle diverse scuderie. A testimonianza della grande fama ottenuta già al tempo da Varzi grazie ai risultati ottenuti in pista, è possibile ammirare diverse collezioni raffiguranti la sua immagine, come figurine, cartoline postali e quaderni scolastici. Oltre a ciò è possibile ammirare diverse onorificenze, medaglie commemorative e alcune delle numerose coppe e trofei vinti dal pilota, tra queste la famosa coppa argentina ricevuta dalle mani di Evita Peron e la coppa del Gran Premio di Torino del 1946.

Nelle teche della sala sarà possibile osservare anche diversi indumenti, soprattutto provenienti dal periodo motociclistico del campione, come caschi, pantaloni e giubbotti in pelle e occhiali da guida. Fu proprio nel motociclismo, infatti, che Achille Varzi esordì nel 1923, vincendo la prima gara a Perugia su una Garelli 350, conquistando poi il titolo Italiano. Correrà in moto fino al 1930, ma già allora aveva iniziato a prendere parte alle corse automobilistiche, muovendo i primi passi al fianco di Tazio Nuvolari (1928), già degno amico-rivale nel circuito motociclistico, che lo convinse ad acquistare insieme una Bugatti Tipo 35C. Continuerà a coltivare la passione per la velocità fino al fatale incidente del 1° luglio 1948, nel quale perse il controllo sotto la pioggia durante le prove sul circuito di Berna, morendo sul colpo.

Il Museo nasce nel 2009 grazie all’iniziativa del Moto Club Achille Varzi e, a seguito della partnership sviluppata con il club ACI Storico, aprirà le porte gratuitamente a tutti i soci ACI e ACI Storico.

Per maggiori informazioni sul museo e gli orari delle visite: https://achillevarzi.com/