Home > Notizie ed eventi > Revisioni auto: novità in vigore dal 20 maggio 2018

Revisioni auto: novità in vigore dal 20 maggio 2018

30.05.2018

Il 20 maggio 2018 è entrato in vigore il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti n. 214 del 19 maggio 2017, che ha recepito le disposizioni della direttiva 2014/45/UE, relativa ai controlli periodici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi.

La cadenza delle revisioni rimane invariata, ma viene ampliato lo standard dei controlli.

Tra le principali novità introdotte dal decreto, si rilevano le seguenti:

- a seguito della effettuazione della revisione, i centri di controllo rilasciano un certificato di revisione. Una copia cartacea del certificato viene rilasciata alla persona che ha presentato il veicolo al controllo. Il certificato di revisione rimane valido in caso di trasferimento di proprietà del veicolo relativamente al quale è stato rilasciato un valido attestato di controllo tecnico periodico;

- l’allegato II prevede che il certificato di revisione rilasciato in seguito a un controllo tecnico debba comprendere almeno i seguenti elementi: 1) numero di identificazione del veicolo (numero VIN o numero di telaio); 2) targa di immatricolazione del veicolo e simbolo dello Stato di immatricolazione; 3) luogo e data del controllo; 4) lettura del contachilometri al momento del controllo, se disponibile; 5) categoria del veicolo, se disponibile; 6) carenze individuate e livello di gravità; 7) risultato del controllo tecnico; 8) data del successivo controllo tecnico o scadenza del certificato attuale, se questa informazione non è fornita con altri mezzi; 9) nome dell’organismo che effettua il controllo e firma o dati identificativi dell’ispettore responsabile del controllo; 10) altre informazioni

- a decorrere dal 20 maggio 2018, i centri di controllo comunicano, per via elettronica, al Centro Elaborazione Dati del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, le informazioni contenute nei certificati di revisione da essi rilasciati e, contestualmente, l’invio dell’esito della revisione al CED;

- durante la revisione viene effettuato il controllo e la lettura del contachilometri, se di normale dotazione. La lettura del contachilometri ha l’obiettivo di ridurre il fenomeno delle frodi nell’ambito della compravendita dei veicoli usati.