Vai direttamente ai contenuti

Home > parte della lettera del Dr. Cortese: impianti semaforici videocontrollati

parte della lettera del Dr. Cortese: impianti semaforici videocontrollati

A Novara, il 14 settembre 2006 entreranno in funzione 16 apparecchiature elettroniche per accertare, in modo digitale, le violazioni semaforiche nella città.

La scelta di installare gli impianti, da parte del Comando di Polizia Municipale e dell’Amministrazione Comunale, è motivata da una serie di ragioni logiche ed è il frutto di una riflessione che dura da quasi due anni.

Dr. Cortese: analisi dell'incendalità

Le 16 apparecchiature per l’accertamento delle violazioni semaforiche sono già installate in 6 incroci cittadini: B.do Lamarmora incrocio C.so Mazzini, B.do D’Azeglio incrocio L.go Bellini, V.le Verdi incrocio L.go Bellini, V.le Verdi incrocio V.le Roma, V.le Roma incrocio C.so XXIII Marzo, V.le G.Cesare incroci V.le Verdi-Via Monte San Gabriele e V.le Ferrucci incrocio Cavalcavia XXV Aprile.

La scelta delle intersezioni è stata fatta in base alla pericolosità degli stessi e seguendo la rete in fibra già posata.
Dopo un mese di pre-esercizio le apparecchiature saranno definitivamente collaudate e certificate e cominceranno a comunicare inviando le immagini delle violazioni a partire dalle ore 00.00 del 14 settembre.

Ogni singola apparecchiatura funzionerà 24 ore su 24, a semafori accesi, e la violazione sarà accertata attraverso due fotografie digitali scattate a brevissima distanza una dall’altra che certificheranno la violazione successivamente "validata" da un Agente di Polizia Municipale attraverso la trasmissione telematica delle immagini al Comando di Via Generali.

Il sistema viene attivato dal passaggio di un veicolo su una spira induttiva posta immediatamente dopo la linea di arresto, sempre che il rosso sia scattato da almeno un secondo, e viene di conseguenza scattato un primo fotogramma; un secondo fotogramma scattato al passaggio dello stesso veicolo su una ulteriore spira induttiva, posta poco più avanti, certifica l’effettiva immissione nell’area d’incrocio da parte dello stesso veicolo.

Le immagini digitali forniscono ulteriori informazioni: data, luogo ed orario della violazione e velocità del veicolo dato che le apparecchiature sono omologate anche per il rilievo senza obbligo della contestazione immediata del superamento dei limiti di velocità. Questa ulteriore possibilità non verrà attualmente messa in funzione e pertanto non verranno rilevate, al momento, le infrazioni relative al superamento dei limiti di velocità.

Prima del 14 settembre idonea segnaletica indicherà la presenza dei rilevatori elettronici in tutte le intersezioni interessate.