Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Vivavoce ed auricolare alla guida

Vivavoce ed auricolare alla guida

08.10.2012

La distrazione è la prima causa di incidenti stradali. E’ quanto è emerso dal XIX Rapporto ACI-Censis. Quasi 40.000 incidenti l’anno sono dovuti ad assenza di concentrazione del guidatore. Tra i maggiori colpevoli di distrazione, compare l’uso del cellulare senza vivavoce ed auricolare.

L’art. 173 del Codice della Strada prevede il divieto a “far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore”, mentre è consentito “l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani”. E’ necessario, quindi, tenere conto del fatto che inviare un messaggio, guardare la rubrica o effettuare altre operazioni con il telefono cellulare, implicando l’utilizzo delle mani, determinano la possibilità di prendere una multa, ma, soprattutto, il rischio di un incidente stradale.

Dal 7 marzo 2012 anche i conducenti di taxi, noleggio con conducente, autobus di linea, urbani ed extra-urbani, non possono più usare il telefonino durante la guida. E’ stato infatti modificato l’art. 173 comma 3 bis codice della strada, introducendo la tolleranza zero verso comportamenti che, in passato, hanno messo a rischio la sicurezza dei passeggeri.