Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Rilevazione automatica della velocità con Telelaser. Valida la multa (...)

Rilevazione automatica della velocità con Telelaser. Valida la multa rilasciata anche in assenza di una documentazione di accertamento della trasgressione.

20.09.2012

“Non è richiesto da alcuna delle norme del Codice della Strada che le apparecchiature di rilevazione automatica della velocità siano anche munite di dispositivi in grado di assicurare una documentazione, con modalità automatiche quali la ripresa dell'immagine visualizzata sul display (fotografia) o la riproduzione meccanica dei dati visualizzati (scontrino) dell'accertamento dell'infrazione, in quanto la fonte primaria prevede solo che le apparecchiature elettroniche possano costituire fonte di prova, se debitamente omologate. La violazione alle norme sulla velocità deve dunque ritenersi provata sulla base della verbalizzazione dei rilievi tratti dalle apparecchiature e delle contestuali constatazioni personali degli agenti - constatazioni che, attenendo a dati obiettivi quali la lettura del display dello strumento e la rilevazione del numero della targa, non costituiscono percezioni sensoriali implicanti margini d'apprezzamento individuali - facendo infatti prova il verbale fino a querela di falso dell'effettuazione di tali rilievi e constatazioni”

Questo è quanto ha stabilito il 2 agosto 2012, con ordinanza n. 13894, la Corte di Cassazione a seguito del ricorso proposto dalla Provincia di Ravenna, avverso ad una sentenza del Tribunale che stabiliva che la contravvenzione emessa dalla polizia provinciale di Ravenna doveva essere annullata perchè mancava lo scontrino sul quale erano stampate la velocità e la distanza della rilevazione.