Vai direttamente ai contenuti

Home > Revoca e ritiro della patente di guida

Revoca e ritiro della patente di guida

In caso di revoca della patente di guida l'interessato non può conseguire una nuova patente se non dopo che siano trascorsi almeno due anni dal momento in cui è divenuto definitivo il provvedimento. Fino alla data di entrata in vigore della disciplina applicativa delle disposizioni della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 dicembre 2006, i soggetti ai quali è stata revocata la patente non possono conseguire il certificato di idoneità per la guida di ciclomotori, né possono condurre tali veicoli.

Quando la revoca della patente di guida è disposta a seguito delle violazioni per guida sotto l'influenza dell'alcool ed in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti non è possibile conseguire una nuova patente di guida prima di tre anni a decorrere dalla data di accertamento del reato.

La revoca della patente di guida ad uno dei seguenti conducenti:
- i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di persone (servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone, servizio di piazza con autovetture con conducente o taxi, servizio di linea per trasporto di persone)
- i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di cose, di cui agli articoli(servizio di trasporto di cose per conto terzi, servizio di linea per trasporto di cose, trasporto di cose per conto terzi in servizio di piazza)
- i conducenti di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, di autoveicoli trainanti un rimorchio che comporti una massa complessiva totale a pieno carico dei due veicoli superiore a 3,5 t, di autobus e di altri autoveicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto, nonché di autoarticolati e di autosnodati

che consegue all'accertamento di uno dei reati:
- guida sotto l'influenza dell'alcool (qualora sia stato accertato un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 o superiore a 1,5)
- guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti costituisce giusta causa di licenziamento.

Nell'ipotesi in cui è disposta la sanzione amministrativa accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida e la violazione da cui discende è commessa da un conducente di ciclomotore, le sanzioni amministrative si applicano:
- al certificato di idoneità alla guida posseduto da:
o il minore che abbia compiuto 14 anni che ha conseguito il certificato di idoneità alla guida, rilasciato dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, a seguito di specifico corso organizzato dalle autoscuole con prova finale
o coloro che abbiano compiuto la maggiore età a partire dal 1 ottobre 2005 e che non siano titolari di patente di guida e che abbiano conseguito il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori
o coloro che, titolari di patente di guida, abbiano avuto la patente sospesa per superamento dei limiti di velocità, di oltre 40 km/h, ma di non oltre 60 km/h, mantengono il diritto alla guida del ciclomotore
o coloro che al 30 settembre 2005 abbiano compiuto la maggiore età e conseguono il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori, previa presentazione di domanda al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, corredata da certificazione medica che attesti il possesso dei requisiti fisici e psichici e dall'attestazione di frequenza ad un corso di formazione presso un'autoscuola
- alla patente posseduta (i titolari di certificato di idoneità alla guida di ciclomotori sono tenuti a restituirlo ad uno dei competenti uffici del Dipartimento per i trasporti terrestri all'atto del conseguimento di una patente).

In caso di circolazione durante il periodo di applicazione delle sanzioni accessorie si applicano le sanzioni amministrative previste in caso di:
- ritiro dei documenti di circolazione, della targa, della patente di guida o della carta di qualificazione del conducente
- sospensione della patente
- revoca della patente.
Si applicano, altresì, le disposizioni relative alla patente a punti.

Le disposizioni sopra indicate entrano in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione della riforma del Codice della Strada nella Gazzetta Ufficiale.

Qualora da una violazione delle norme del Codice della Strada derivi una lesione personale colposa (vai all'articolo).