Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > R.C. Auto: escluso il rinnovo tacito delle polizze

R.C. Auto: escluso il rinnovo tacito delle polizze

21.11.2012

Con il decreto legge del 18 ottobre 2012, ai fini della tutela dei consumatori nel mercato della concorrenza assicurativa, è stato stabilito che, a partire dal 1° gennaio 2013, il contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e natanti non può essere stipulato per una durata superiore all’anno e risulta escluso il rinnovo tacito delle polizze assicurative obbligatorie della responsabilità civile.

Il Ministero dell’Interno, per dipanare ogni dubbio in merito al tagliando dell’assicurazione scaduta, con la circolare del 14 febbraio 2013 ha specificato che "l’impresa di assicurazione è tenuta a ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno 30 giorni e nel contempo a mantenere comunque operante la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza ovvero fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto stesso.

Poiché la norma prevede espressamente l’estensione della copertura assicurativa alla scadenza annuale per un limitato periodo di quindici giorni dalla scadenza, l’assicurato, in attesa di sottoscrivere altro contralto in tempo utile, durante tale periodo può continuare ad esibire il certificato ed il contrassegno scaduti.

Pertanto, mentre la precedente condizione imponeva di verificare la continuità tra la validità di una polizza e la successiva, consentendo all’operatore di polizia, nei casi di mancata copertura assicurativa, di orientare l’accertamento dell’illecito anche sull’applicazione dell’articolo 193 del Codice della strada, solo se vi era stata disdetta del contratto o comunque mancanza di proroga automatica della polizza, la nuova previsione normativa estende a tutti il beneficio della copertura assicurativa nel predetto periodo di quindici giorni, rendendo di fatto ininfluente tale ulteriore controllo".