Vai direttamente ai contenuti

Home > Istanza di richiesta di rateizzazione

Istanza di richiesta di rateizzazione

L'istanza di richiesta di rateizzazione deve essere presentata entro trenta giorni dalla data di contestazione o di notificazione della violazione. La presentazione dell'istanza implica la rinuncia ad avvalersi della facoltà di ricorso al prefetto e di ricorso al giudice di pace.

L'istanza è comunicata dall'autorità ricevente all'ufficio o comando da cui dipende l'organo accertatore. Entro novanta giorni dalla presentazione dell'istanza l'autorità, a cui è stata richiesta la ripartizione del pagamento in rate mensili, adotta il provvedimento di accoglimento o di rigetto. Decorso il termine di novanta giorni, l'istanza si intende respinta.

La notificazione all'interessato dell'accoglimento dell'istanza, con la determinazione delle modalità e dei tempi della rateazione, ovvero del provvedimento di rigetto è effettuata con le modalità previste dal Codice della Strada in tema di notificazione delle violazioni.
Con le stesse modalità è notificata la comunicazione della decorrenza del termine per l’adozione del provvedimento di accoglimento o di rigetto e degli effetti che ne derivano.
L'accoglimento dell'istanza, il rigetto o la decorrenza del termine vengono comunicati al comando o ufficio da cui dipende l'organo accertatore.

In caso di accoglimento dell'istanza, il comando o ufficio da cui dipende l'organo accertatore provvede alla verifica del pagamento di ciascuna rata. In caso di mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, il debitore decade automaticamente dal beneficio della rateazione.
Qualora nei termini previsti non sia stato proposto ricorso e non sia avvenuto il pagamento in misura ridotta, il verbale, in deroga alle disposizioni, costituisce titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa edittale e per le spese di procedimento.

In caso di rigetto dell'istanza, il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria deve avvenire entro trenta giorni dalla notificazione del relativo provvedimento ovvero dalla notificazione.
Le modalità di attuazione di tali disposizioni verranno disciplinate con decreto dei ministeri competenti.