Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Il 2° Giro Automobilistico ACI Storico - Automobile Club Novara "Nelle (...)

Il 2° Giro Automobilistico ACI Storico - Automobile Club Novara "Nelle Terre dei Duelli"

16.11.2016

L’Automobile Club Novara, in collaborazione con l’ATL di Novara e con il patrocinio del Comune di Galliate, del Comune di Tornaco e del Motoclub Achille Varzi, ha organizzato per gli appassionati di automobilismo e motociclismo d’epoca il 2° Giro Automobilistico ACI STORICO - Automobile Club Novara - "Nelle Terre dei Duelli", che si è svolto domenica 13 novembre 2016.

La prima edizione del Giro, alla scoperta delle "Terre d’Acqua", era stata percorsa, oltre un anno fa, il 7 novembre 2015, da parte di 42 appassionati di automobilismo d’epoca, suddivisi in 28 equipaggi.

La seconda edizione ha riscosso un successo ancora maggiore, vedendo la partecipazione di 80 appassionati di auto e moto d’epoca.

39 auto storiche sono state esposte in Piazza Vittorio Veneto a Galliate, con l’ammirazione del pubblico, mentre gli equipaggi erano impegnati nelle visite guidate del Castello Sforzesco di Galliate e del Museo dedicato ad "Achille Varzi", illustrato dall’omonimo Moto Club.

Il Giro "Nelle Terre dei Duelli" ha condotto i partecipanti, partiti da Galliate, attraverso un itinerario turistico culturale che ha visto come sfondo i paesaggi di Romentino, Trecate, Sozzago, Terdobbiate, fino a raggiungere la Villa Marzoni di Tornaco, dove hanno avuto l’opportunità di gustare alcune eccellenze gastronomiche del territorio, tra cui il famoso riso Razza77 e di visitare il Museo Etnografico della Bassa Novarese.

Aggiungiamo che sotto il profilo storico automobilistico al Giro erano rappresentati circa 60 anni di produzione industriale, dalla Morgan 4/4, che replica ancora oggi i criteri costruttivi risalenti alla prima serie del 1936, alla Fiat Topolino del 1954, guidata dall’appassionato consigliere dell’Automobile Club Ennio Cusaro, alla Triumph TR3 del 1958, con al volante il Socio Gallazzo del Moto Club Achille Varzi, che ha ritirato il premio per la vettura "la püsé vegia", la più antica, eccezion fatta per quelle portate dai rappresentanti dell’Automobile Club Novara. L’altro premio simbolico in palio è stato assegnato, come l’anno scorso, all’equipaggio partito da più lontano, "la püsé da luntan", ed è toccato quest’anno a Marina e Giuseppe Margiotta, arrivati in mattinata da Macherio (MB) a bordo di una Fiat 600 del 1966. Sono stati così ben rappresentati 30 anni di automobilismo, con altri esemplari di pregio tra i quali l’Alfa Romeo Giulietta Spider di Verri e la Jaguar MARK IX di Borsi, entrambi del 1959, parcheggiata poco distante da una Panhard 24 facente parte del Registro Italiano Panhard con sede in Novara; altrettanto ben rappresentati i successivi trent’anni, con Fiat 124 Abarth e Lancia Fulvia HF protagoniste dei rallies anni ’60 e ’70, la Rolls Royce Silver Shadow I e la Triumph TR6 di Marco Graziano, portate da lui stesso e dal restauratore Giorgio Fiorenza di Novara; altre numerose autovetture di pregio hanno completato la lista, Citroen CX, Mercedes W115/8 e Pagoda, Porsche, fino a coprire gli anni ’90 con le Lancia Delta Integrale, in versione 8 e 16 valvole. Vale la pena di notare che sono state iscritti dagli appassionati proprietari anche vetture che, pur di interesse storico collezionistico, circolano ancora abbastanza numerose sulle strade: una Fiat UNO 60S e una Volvo 480ES , entrambe del 1988, e una "giovanissima" Jeep Grand Cherokee 8 cilindri 5.2 Limited del 1995.

Il Presidente dell’Automobile Club Novara Dott. Marco Mottini ha ringraziato tutti i presenti, compresi i rappresentanti istituzionali, per la partecipazione attiva ed il sostegno offerto alla manifestazione. Il direttore dell’Automobile Club Dott. Paolo Pinto ha evidenziato il sostegno ricevuto dalla Città di Galliate, particolarmente dall’Assessore e Vice Sindaco Prof.ssa Flora Ugazio, e dal Moto Club Achille Varzi, particolarmente da Ambrogio Pollastro e dal Presidente Guido Moretti, rimasti a Galliate per consentire le visite pomeridiane al Museo dedicato al Campione automobilistico; quindi ha invitato a prendere la parola il Sindaco di Tornaco, Gaudenzio Sarino, e l’assessore con delega in materia di cultura, spettacolo, tempo libero, agricoltura e ambiente Domenico Bernascone, che ha raccontato la storia della Villa e del Museo Etnografico della Bassa Novarese, nonché il progetto di valorizzazione, tra i risi storici, della varietà "77.

La collaborazione con gli Enti e le Associazioni presenti sul territorio hanno favorito numerose iscrizioni, ma non sono state ininfluenti le spontanee adesioni dei singoli che hanno deciso, per quella giornata, di tirare il proprio cimelio fuori dal garage, approfittando della possibilità di condividere l’apprezzamento della gente e qualche consiglio o nota tecnica da parte di altri esperti.