Vai direttamente ai contenuti

Home > Guida sotto l’influenza dell’alcool per conducenti di età (...)

Guida sotto l’influenza dell’alcool per conducenti di età inferiore a ventuno anni, per i neopatentati e per chi esercita professionalmente l’attività di trasporto di persone o di cose

Vietato guidare dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l'influenza di queste per le categorie di conducenti indicate (vedi l'articolo). 

La patente di guida viene sempre revocata, qualora venga accertato un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro:
- per i conducenti di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, di autoveicoli trainanti un rimorchio che comporti una massa complessiva totale a pieno carico dei due veicoli superiore a 3,5 t, di autobus e di altri autoveicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto, nonché di autoarticolati e di autosnodati
- in caso di recidiva nel triennio per:
o i conducenti di età inferiore a ventuno anni e i conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente di guida di categoria B
o i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di persone (servizio di noleggio con conducente per trasporto di persone, servizio di piazza con autovetture con conducente o taxi, servizio di linea per trasporto di persone)
o i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di cose (servizio di trasporto di cose per conto terzi, servizio di linea per trasporto di cose, trasporto di cose per conto terzi in servizio di piazza.
Con la sentenza di condanna ovvero di applicazione della pena a richiesta delle parti, anche se è stata applicata la sospensione condizionale della pena, è sempre disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, salvo che il veicolo stesso appartenga a persona estranea al reato.
Al fine di acquisire elementi utili per motivare l'obbligo di sottoposizione agli accertamenti, gli organi di Polizia stradale, secondo le direttive fornite dal Ministero dell'interno, nel rispetto della riservatezza personale e senza pregiudizio per l'integrità fisica, possono sottoporre i conducenti ad accertamenti qualitativi non invasivi o a prove, anche attraverso apparecchi portatili. Qualora dall'accertamento risulti un tasso alcolemico superiore a 0,5 grammi per litro, l'interessato è considerato in stato di ebbrezza ai fini dell'applicazione delle sanzioni.
Con l'ordinanza con la quale viene disposta la sospensione della patente, il prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita medica, che deve avvenire nel termine di sessanta giorni. Qualora il conducente non vi si sottoponga entro il termine fissato, il prefetto può disporre, in via cautelare, la sospensione della patente di guida fino all'esito della visita medica.
Qualora dall’accertamento risulti un tasso alcoolemico superiore a 1,5 grammi per litro, ferma restando l’applicazione delle sanzioni, il prefetto, in via cautelare, dispone la sospensione della patente fino all’esito della visita medica. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, in caso di rifiuto dell'accertamento, il conducente è punito con le pene previste, aumentate da un terzo alla metà. La condanna per il reato comporta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo da sei mesi a due anni e della confisca del veicolo, salvo che il veicolo appartenga a persona estranea al reato. Se il veicolo appartiene a persona estranea al reato, la durata della sospensione della patente di guida viene raddoppiata. Con l'ordinanza con la quale viene disposta la sospensione della patente di guida, il prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita medica. Se il fatto è commesso da soggetto già condannato nei due anni precedenti per il medesimo reato, è sempre disposta la sanzione amministrativa accessoria della revoca della patente di guida.

Il conducente di età inferiore a diciotto anni, per il quale sia stato accertato un tasso alcolemico:
- fino a 0,5 grammi per litro, non può conseguire la patente di guida di categoria B prima del compimento del diciannovesimo anno di età
- superiore a 0,5 grammi per litro, non può conseguire la patente di guida di categoria B prima del compimento del ventunesimo anno di età.

Le disposizioni entrano in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione della riforma del Codice della Strada nella Gazzetta Ufficiale.