Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada 2012

Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada 2012

20.11.2012

Esito positivo ed ottimo consenso di pubblico per l’iniziativa organizzata, domenica 18 novembre 2012, a Novara, in P.zza Repubblica dall’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada di Arona, in collaborazione con l’Automobile Club Novara, e con il supporto dell’Assessore comunale alle politiche sociali prof. Augusto Ferrari, in occasione della “Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della Strada”. 

L’iniziativa, che si replica la terza domenica di novembre di ogni anno, è stata caratterizzata dall’attività di prevenzione degli incidenti stradali, attraverso la presenza di punto informativo, dove la cittadinanza ha potuto essere resa partecipe degli sforzi effettuati in termini di sicurezza stradale.

Al fine di catalizzare l’attenzione dei giovani all’iniziativa, l’Automobile Club Novara ha esposto un motociclo ed uno scooter gravemente incidentati, posizionati su un carro attrezzi del soccorso ACI.

Inoltre, nel corso della giornata è stato diffuso materiale informativo, a supporto del progetto di educazione stradale “TrasportACI Sicuri”, allo scopo di sensibilizzare la collettività sul trasporto sicuro dei bambini in automobile.

“Crediamo fermamente nell’importanza del trasporto sicuro dei bambini in automobile, sia per l’elevato valore sociale di questo aspetto della sicurezza, sia in ragione delle statistiche che rivelano quanto ci sia ancora troppa poca sicurezza per i bambini in auto. Da un’indagine risulta, infatti, che Automobile Club Novara solo 4 bambini su 10 viaggiano su un seggiolino” ha osservato il Presidente dell’Automobile Club Novara, Marco Mottini, sottolineando “Informare sul corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta per bambini dovrebbe sempre essere tra le priorità di chi si occupa di educazione alla sicurezza stradale. Per questo motivo, nel 2012, a Novara abbiamo erogato gratuitamente, attraverso personale dell’Ufficio Provinciale ACI, appositamente formato, ben 35 corsi a favore delle mamme in attesa e delle neomamme del territorio novarese”.

“Anche quest'anno il Comune di Novara ha deciso con convinzione di sostenere questa iniziativa dell'Automobile Club, che, attraverso la distribuzione di materiale illustrativo e un linguaggio visivo molto efficace, vuole sensibilizzare la cittadinanza ad un uso più consapevole e responsabile dell'auto e ad una maggiore consapevolezza dei problemi legati alla sicurezza stradale” ha commentato l'Assessore alla Politiche Sociali, prof. Augusto Ferrari, aggiungendo “Ritengo che questa iniziativa rivesta un particolare significato sociale. Infatti non possiamo dimenticare che il rispetto per se stessi e per le regole di una corretta convivenza civile rappresenta il presupposto essenziale per la costruzione di una comunità attiva, responsabile, continuamente tesa alla ricerca bene comune”.

Dall’analisi dei dati statistici sull’incidentalità stradale, in provincia di Novara si è rilevato che lo scorso anno oltre il 30% degli incidenti totali si sono verificati per mancato rispetto dei segnali, per il 18% per guida distratta, e per il 17% per la velocità, ma la velocità ha rappresentato la maggiore causa di mortalità: oltre il 44% degli incidenti mortali hanno avuto come origine la velocità. Nel 2011 solo l’8% degli incidenti hanno coinvolto ciclomotori e motocicli, ma questi incidenti hanno determinato oltre il 22% dei morti. Se si osservano i dati degli incidenti stradali dalle 22.00 alle 6.00, si può vedere come oltre il 46% abbiano riguardato giovani tra i 19 ed i 29 anni.

“Per questi motivi” ha aggiunto il Presidente dell’Automobile Club Novara, Marco Mottini “riteniamo di fondamentale importanza promuovere qualsiasi iniziativa che consenta di informare e rendere consapevoli in merito alle conseguenze del comportamento alla guida sulla sicurezza stradale”

Slogan della giornata "Potresti essere tu!" con l’invito al rispetto della prudenza.

La sig.ra Ginevra D’Amore, rappresentante per il territorio novarese dell’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada, ha sottolineato “Vorrei citare una parola d’ordine della nostra associazione, perché ritengo possa essere utile per capire gli obiettivi delle nostre campagne informative: Precedenza alla vita!”