Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Ecoincentivi per la rottamazione di vecchi ciclomotori

Ecoincentivi per la rottamazione di vecchi ciclomotori

29.06.2007

L’11 giugno 2007 è stato siglato un accordo tra il Ministero dell’Ambiente e Confindustria ACMA (Associazione Nazionale Ciclo, Motociclo, Accessori) attraverso il quale sono stati erogati 15 milioni di euro per la rottamazione di vecchi ciclomotori Euro 0 o comunque costruiti fino a tutto il 2001.

A fronte della demolizione di un ciclomotore Euro 0 o comunque costruiti fino a tutto il 2001 si ottengono i seguenti incentivi:

  • per l’acquisto di una bicicletta: il 30% del listino fino ad un massimo di 250 euro;
  • per l’acquisto di un motociclo o quadriciclo a trazione elettrica: il 30% del listino fino ad un massimo di 1.000 euro;
  • per l’acquisto di un ciclomotore elettrico o una bicicletta a pedalata assistita: il 30% del listino fino ad un massimo di 700 euro;
  • per l’acquisto di un ciclomotore Euro 2 a quattro tempi o comunque a basso consumo (2,3 litri per 100 km): il 15% del listino fino ad un massimo di 300 euro;
  • per l’acquisto di un ciclomotore Euro 2 a due tempi: l’8% del listino fino ad un massimo di 150 euro.

 Nel caso di acquisto di un nuovo veicolo è necessario rivolgersi direttamente al concessionario o rivenditore.

E’ stata prevista, inoltre, la totale copertura delle spese di demolizione, anche senza contestuale acquisto di un nuovo mezzo. In questo caso ci si può rivolgere direttamente al demolitore. L’elenco dei demolitori che aderiscono all’iniziativa è consultabile sul sito www.ada-net.it. Per la demolizione (con riacquisto o senza) è necessario presentare la fotocopia della tassa di circolazione in corso oppure dell’anno precedente.