Vai direttamente ai contenuti

Home > Deroghe al divieto

Deroghe al divieto

Secondo quanto previsto dall'ordinanza, le deroghe al divieto di circolazione sono le seguenti:

- veicoli a trazione animale, velocipedi, veicoli aventi massa superiore a 3,5 ton
- veicoli a trazione elettrica o ibrida, veicoli alimentati a gpl o metano;
- veicoli delle Forze Armate, degli organi di Polizia, dei Vigili del fuoco, dei servizi di Soccorso, della Protezione Civile in servizio, dell'ASL, dell'ARPA, e di tutte le pubbliche amministrazioni;
- veicoli di operatori di aziende di servizi pubblici essenziali (energia elettrica, acqua, gas, telefonia, giornalisti, poste e telegrafi, ecc.);
- veicoli utilizzati da imprese per interventi tecnico operativi o trasporti urgenti o di emergenza con fotocopia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. da cui risulti l'attività dell'azienda;
- veicoli utilizzati per il trasporto di portatori di handicap e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate;
- veicoli di medici e di medici veterinari in visita domiciliare urgente muniti del contrassegno dei rispettivi ordini, operatori sanitari ed assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro;
- veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di gravi malattie, in grado di esibire relativa certificazione medica;
- veicoli al servizio di testate televisive con a bordo i mezzi di supporto, di ripresa, i gruppi elettrogeni, i ponti radio, ecc.;
- macchine operatrici, mezzi d'opera, macchine agricole e veicoli classificati da uso speciale (di cui al D.Lgs 285/92, art.54/1^ e 2^ comma), per motivi di impiego;
- veicoli incaricati dei servizi di pompe funebri, trasporti funebri e veicoli al seguito (sono compresi i percorsi dal domicilio al luogo del funerale e ritorno);
- veicoli o mezzi d'opera che effettuano traslochi o per i quali sono state precedentemente rilasciate autorizzazioni per l'occupazione di suolo pubblico dagli uffici competenti;
- veicoli del Corpo Consolare e Diplomatico;
- veicoli appartenenti ad Istituti di Vigilanza Privata e Trasporto Valori;
- veicoli destinati al trasporto di cose, utilizzati dagli esercenti il commercio su area pubblica, nei giorni del mercato o fiera, per il tragitto più breve, esclusivamente dal comune di residenza al comune sede di mercato o fiera e viceversa;
- veicoli adibiti a trasporto di carburanti, liquidi o gassosi, destinati alla distribuzione e consumo;
- veicoli destinati al trasporto di cose per il trasporto di merci deperibili e medicinali;
- veicoli con targa estera, condotti da persone non residenti in Italia;
- veicoli ad uso dei ministri di culto di qualsiasi confessione per motivi legati al proprio ministero;
- veicoli iscritti nei registri delle auto storiche di cui all'art. 60 del codice della strada per la partecipazione alle manifestazioni iscritte al calendario ASI.