Vai direttamente ai contenuti

Home > Arresto, fermata e sosta dei veicoli e divieto di fermata e di sosta dei (...)

Arresto, fermata e sosta dei veicoli e divieto di fermata e di sosta dei veicoli

Abrogato il divieto di tenere il motore acceso, durante la fermata del veicolo, per mantenere in funzione l'impianto di condizionamento d'aria. Mantenuto il divieto in caso di sosta.

Ridotte le sanzioni per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote in caso di violazione delle disposizioni di fermata e sosta.

In dettaglio, nei seguenti casi: 
a) in corrispondenza o in prossimità dei passaggi a livello e sui binari di linee ferroviarie o tranviarie o così vicino ad essi da intralciarne la marcia;
b) nelle gallerie, nei sottovia, sotto i sovrapassaggi, sotto i fornici e i portici, salvo diversa segnalazione;
c) sui dossi e nelle curve e, fuori dei centri abitati e sulle strade urbane di scorrimento, anche in loro prossimità;
d) in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali verticali e semaforici in modo da occultarne la vista, nonché in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;
e) fuori dei centri abitati, sulla corrispondenza e in prossimità delle aree di intersezione;
f) nei centri abitati, sulla corrispondenza delle aree di intersezione e in prossimità delle stesse a meno di 5 m dal prolungamento del bordo più vicino della carreggiata trasversale, salvo diversa segnalazione;
g) sui passaggi e attraversamenti pedonali e sui passaggi per ciclisti, nonché sulle piste ciclabili e agli sbocchi delle medesime;
h) sui marciapiedi, salvo diversa segnalazione.
chi viola le disposizioni è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 38 a euro 155 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 78 a euro 311 per i restanti veicoli.

Chiunque viola, invece, le altre disposizioni in materia di divieto di fermata e di sosta dei veicoli è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 23 a euro 92 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 38 a euro 155 per i restanti veicoli.